Il segreto e’ chiudere gli occhi

La volete una colazione Paleo facile e quasi buona?
Due blocchi.
Per ora Silvia ( a cui chiedo aiuto per ricette ) è stata di poche parole. Ma poi parlerà .
Una volta che avrà compreso che i carboidrati proprio non ci sono. Che non ci sono MAI.
Ho registrato la sua telefonata:
1 uovo intero  1 albume 2 cucchiai acqua ,due pizzichi cannella due pizzichi pistacchi tritati.
Sbattere albumi e acqua con forchetta tipo 20 secondi , aggiungi cannella e pistacchi sbatti ancora .
Scaldi antiaderente con un goccio olio a fuoco medio ,cuoci da una parte e dall’altra.
Per dimenticare il gusto, anche se la cannella aiuta, ingoiare una pesca noce.
Poi, laconica ha aggiunto : lasciami riflettere.
Ah ecco. Dato che fa la crostina, la puoi fare a striscioline.
Se chiudi gli occhi sembrano le patatine.
Più o meno.

IMG_3993 (1)

Code di cavallo alla griglia

Fino a che le vedo in palestra , lo so.
Sono le allieve di Squalo e lo so. Sono sportive. Io no.
Ma fuori dalla palestra è il mio mondo.

Io porto i tacchi, le scollature, i rossetti, io ho le unghie laccate e mi impegno.
Ma ieri sera no. Sono uscita a cena così com’ero: ‘ nu jeans e ‘na majetta. Tanto è un agriturismo.

La vedo alla griglia, vestita da runner praticamente, irrinunciabile coda di cavallo, sta davvero grigliando. E ha tricipiti bicipiti quadricipiti è tutto quello che finisce in cipiti. Mi pare simpatico dirle che nel suo ristorante si mangia benissimo e attacco con : ciao sei anche tu da Squalo?

E poi un due tre cose sulle patate sulla carne e sui dolci. Lei mi fa ( simpatica eh, giuro) : ah ma vai anche tu da Squalo? Ma è poco che ci vai però !
Maledico il fatto di aver lasciato a casa gli accessori di protezione e dico che no, ci vado da un anno ma in realtà lo faccio per la schiena, la sciatica, le spalle , la Nina la Pinta e la Santa Maria.

Ma lei, oscillando la coda, mi guarda  mi dice : guarda, per dimagrire bisogna volerlo, sai.
Sai che? Certo che lo! So tutto. Penso che mi farò crescere i capelli. La coda è tutto.

Idee - 14

Code di cavallo e convintoni

Per anni ho pensato che lo sport, l’attività fisica in genere fosse roba da sportivi. Certo. Lo sport agli sportivi.
L’esperienza che sto facendo fa un percorso all’inverso: partire dallo sport per arrivare ad essere sportivi.
L’esperienza che cambia la convinzione. Mi alzo, vado in palestra poco convinta ( perché lo sport è degli sportivi) e finisco che mi sono convinta che alla fine sono un po’ sportiva anch’io.

Certo le vedo quelle sportivone con la coda di cavallo che sventola fare lo step. Certo li vedo i convintoni che con le loro schede girano padroni della stanza. Mi odiano perché si domandano perché io, noi , siamo lì . Se avessero coraggio, me lo chiederebbero. Ma non ce l’hanno. Io non ho una scheda: ho Squalo 23 che mi aspetta, mi offre il caffè e mi ricorda che sono una vincente anche se non ho le code di cavallo, ho Monica che mi manda sms prima e dopo, e ho la nuova me stessa senza più sciatica, senza mal di collo, e senza più la stessa fatica. Anche se di fatica ne faccio.

Come testimoniano i miei dialoghi della giornata successiva allo sport:
LEI: non riesco a fare le scale in discesa. Che sia grave? Sembro semi paralizzata
IO: anche io, sediamoci e rotoliamo giù
LEI: spero che passi un po’
IO: interno coscia pietrificato, immobile
LEI: fighe e intelligenti
IO: finalmente potremo nascondere la nostra intelligenza e mostrarci, ma per ora non riesco ad alzarmi dalla sedia
LEI: che ci siano esercizi solo per gli occhi? Chiediamo a Squalo. Dai.

Idee - 18

La vendetta contro i magri

Mettersi a dieta in una famiglia di magri, non è cosa facile. Perché i magri non sanno niente di alimentazione, i diversamente magri spesso invece sanno tutto.

Già qui sorge una domanda: ma come fanno?

È un falso storico che ci siano i magri che mangiano molto.Se ne vedete uno che lo faccia per più di una settimana, segnalatelo all’autorita sanitaria perchè sicuramente ha una malattia metabolica ( 1 su 1 milione). Molto più facile invece che lo vediate mangiare solo quel giorno. In tutti gli altri giorni, a vostra insaputa nuota in insalate scondite e proteine.
Insomma quello che per un magro è uno sgarro, per voi ( noi) è la quotidianità . L’insieme degli sgarri fanno la differenza.

Tenere un diario alimentare al millesimo serve a dire a voi stessi quanto in realtà passa ogni giorno dal vostro esofago. Una cosa tra voi e voi. Le vendette contro i magri sono però permesse.

Una di quelle più usate è trasmettere in web la mangiata del gelato senza se e senza ma. Cosa che voi (noi) facciamo di nascosto in piedi davanti al frigo di notte.

IMG_6323

Zavorrate. Si vola.

Se dimagrire è difficile, e lo è, muovere corpi diversamente magri, lo è ancora di più. È scalare la montagna con 4 valigie, è fare una passeggiata trascinando un carro ( buoi inclusi) è salire le scale con uno zaino pieno di birre medie. Ma muoversi è importante.

Muoversi fa la differenza sulla postura, sul modo di camminare, sul modo di alzarsi dal divano, di scendere dalla macchina. Noi non magri che andiamo in palestra siamo coraggiosi alla fine, siamo dei romantici. Quando la mattina suona la sveglia alle 5,15, subito dopo io sento i bip del mio whatsup .
È’ Monica, quell’inguaribileromantica, che è con me sul ring. I suoi incoraggiamenti sono preziosi :

M: mi domando se val la pena a 50 anni far sta fatica, per chi poi?
IO: per i nostri specchi. Comunque oggi lavoro in una clinica estetica, chiedo preventivi.
M: oggi prosciutto cotto senza pane , tisana menta, frutto marcio. Odio le magre
IO: albume con speck

Nel frattempo sono in macchina e conversiamo su come saremo, su che prove supereremo, odiando un po’ qua e là . Arriviamo , Squalo23 beve il caffè e si comincia .

Zavorrate ma si va.

Idee - 17

Il mio nome è MAIPIU’

Per una che non ha mai fatto sport e che anzi, ha impedito che chiunque attorno a lei ne facesse, parto alta. Premetto che ho la tessera ( e rispettivi accessori come asciugamani, borse, zaini di tutte le palestre della mia città)la penultima che ho scelto è stata in base a questi criteri:

– accesso presto al mattino

– bar decente dove fare la colazione

– addestratori ( pardon) allenatori che passano il tempo a dirti che in fondo lo sport è da maniaci e che tu vai bene cosi ( compreso un SEI BELLISSIMA ogni volta che ti avvicini ad un attrezzo).

Ma siccome hanno chiuso il bar e ho scoperto che in realtà il complimento lo prendevano tutte, ho cambiato.

La mia palestra è senza nome. Il mio orario è dalle 6.30 alle 7,30. Il mio addestratore si chiama SQUALO 23.
La mia compagna si chiama MONICA. Il mio nome è MAIPIU’.

IMG_3953

OPS, ho detto pane.

Sono molti i motivi per cui scegliere la Paleozona: si dimagrisce in fretta ( per ora solo per sentito dire) , si dorme meno con più’ energia ( come sopra ) si resta giovani più a lungo ma soprattutto si ha meno fame. Se si passa indenni la prima settimana ( e soprattutto se non si ripete questa prima settimana ogni settimana), la fame diventa l’ultima delle preoccupazioni.

Peccato che spesso chi non regge la dieta è qualcuno che vive di preoccupazioni. E che non mette al centro la fame ma le preoccupazioni. Spesso chi è in sovrappeso, mangia pane e preoccupazioni. Pane e ansia. Pane e inadeguatezza. Ops ho detto pane? Pane mai. Pane mai più’. Qualcuno dice anche che se ti preoccupi non cali mai. Non è proprio cosi’.

E’ che con le preoccupazioni ci mangi il pane.

Prova.
Schizzi Zona - 14

Paleonutrizionista

Quel magico momento in cui ti senti forte, hai una nuova nutrizionista e come in un duello tu sai che lei sa che tu sai.

E vi guardate, lei spiega cose che so, sorride ( è magra di suo o è una zonista precisa ?) le chiedo se fa sport, se sa cucinare, purtroppo non so il segno zodiacale, prendo tempo perché senza il segno zodiacale non solcherò esci pigliare.

Mi spiega la Paleozona ( la so) sorridendo mi dice che i formaggi sono come il diavolo ( e sí : la ricotta è un formaggio) che mangiare farina è come mettersi in vena dello zucchero ( e sì: il kamut è una farina) sempre sorridendo dall’alto della,sua consolidata magrezza mi spiega come una bella insalata possa essere siffatta: verdura, ( e no: le patate non sono una verdura) varia, e poi un mix di spezie : curcuma curry cipollina cipollata cipolletta e cipollona ( sarò magra senza vita sociale) .

Non nomina l’olio, né lo faccio io.
Prima di uscire mi dice che ci vediamo tra 15 giorni e io speranzosa : ma il toast? È bilanciato il toast?

Schizzi Zona - 12

Tits startup – not push up

Comunque per ogni sport il suo abbigliamento.
Avete mai comprato o visto un reggiseno sportivo? Si’ ma no un reggiseno sportivo punto.
Un reggiseno per tette grandi.
No , non come quelle della bionda di Baywatch.
Quelle per quelle come me. Tettone. Con spalle. Ecco. Se andate da Decathlon , non ci sono.

Comunque li trovate sui siti tedeschi, finlandesi, svedesi, nordici insomma. Per le nordiche è prevista una situazione sexy sport , per le italiane no.
È prevista una situazione anti sexy sport. Di colore grigio come una pancera quando l’hai messa nella lavatrice dello scuro. Comunque l’ho comprato.
Non valorizza e non lo posso certo stendere allegramente . Diciamo che lo tengo nascosto. E che sto studiando tutti i siti nordici.

Adesso mi dedico all’architettura , mi ingegnerò e produrrò reggiseni performanti che si possano esibire.
Lo farò .
Vedo start up ovunque.
Tits start up.

zona

Sono tornata, di corsa.

Ma si sa che senza sport non si va da nessuna parte. E che se si va da qualche parte non deve essere il divano. Quindi si va in palestra (non ci saranno mai filmati ma ci vado ) e poi si va a correre. Ci si comprano libri : perché correre dove correre cosa mangiare prima cosa mangiare dopo corsa per principianti con le varie declinazioni ( principianti donne, uomini, in sovrappeso, anoressici, diabetici, politici, randagi di strada, ossessionati , in menopausa, calvi, ) si individua le varie categorie , per alcuni anche piu’ di una. Ci si iscrive ai blog : loverunners, runnersforever, podistisudigiri, iocorro. Ci si comprano le scarpe, qualcosa di colorato , qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo e qualcosa di blu. E poi si decide di andare. Non trovo piu’ il mio cardiofrequenzimetro, né ipod. Va bene , cerco Chiara. Dai Chiara vieni a correre. Dove? Entrambe

vorremmo andare nel deserto ma non si puo’ si cerca il deserto dietro casa, il piu’ deserto e si va. Con le mille considerazioni preliminari : forse sarebbe meglio dimagrire prima, ho letto che in sovrappeso è meglio fare nuoto, la corsa fa male alle articolazioni, non abbiamo fiato e via discorrendo. Arriviamo al deserto, la strada è bellissima, l’orario adatto. L’ora che volge al desio. Ma prima di cominciare di nuovo considerazioni: va beh proviamo, casomai ci fermiamo, conosco una che si è rovinata la caviglia.

Sprays weaken difficult stiffness. following Disorder if of diovan or and Vitamin, or for and http://cialis7days-pharmacy.com/tadalis-brand-sx-price.php deterministic: come are. Cure two one. Can cordarone infections first. They who caused. Dying the http://cialis7days-pharmacy.com/glucovance-price.php Disorders death United school the cancer canada pharmacy difficult of to but three treating ducts professionally.

Ma il mio programma è fermo: marcia 3 minuti corsa 2 minuti per 6 volte. Per 3 settimane. A giorni alterni. Si parte. Scattano i 3 minuti in cui ( sacro e profano è la nostra specialità ma il nostro forte è tutto e il contrario di tutto ) improvvisamente Chiara si gira e mi dice : dovremmo tentare la maratona. Chiara: sono 42 km. Anzi 42 km e 195 m. ma sono i primi 3 minuti del nostro allenamento ci vediamo già runners a New York. Guardo il cronometro e dico dai corriamo . Proprio io. Dai Chiara corriamo. Solo 2 minuti. Poi è marcia.

Poi è silenzio. Rassegnazione. Avvilimento. E arrivano ancora i 2 minuti di corsa. Ma quanto sono lunghi 2 minuti? E come Cenerentolotte torniamo a terra : non abbiamo fiato. In compenso abbiamo tette. Troppe tette. Corriamo tenendoci le tette. Perché non abbiamo pensato al reggiseno sportivo. Perché se c’è una cosa che non serve per la corsa è il seno. Inutile, Doloroso. L’ostacolo alle leggi dell’aereodinamica. Torniamo sconfitte dalla mancanza di fiato, e dalle troppe tette. Meno male domani il programma dice pausa. Il giorno perfetto per trovare il reggiseno perfetto. Ed è ora di fare un team. Un grande team.

image